Categorie, visioni e politica

Qualche tempo fa ho assistito ad una discussione abbastanza animata tra chi sosteneva che “destra” e “sinistra” sono, ormai, categorie prive di senso, appartenenti ad un secolo, quello dei grandi conflitti ideologici, finito ed archiviato, e chi si ostinava, invece, ad affermarne l’attualità.

L’idea di questo blog, dedicato alla politica, è nata anche da quella discussione. Noi, ovvero gli autori di vitaliquida, riteniamo che, se la politica deve continuare ad avere un senso (francamente fatichiamo ad immaginare una umanità apolitica), non può prescindere da quelle due categorie. Di certo è cambiata, e sta continuando a cambiare, la declinazione di “destra” e “sinistra”, ma non l’essenza, ovvero la conseguente rappresentazione del mondo che scaturisce dall’essere di “destra, o di “sinistra”.

Poiché la politica non è solo visione, ma soprattutto progettazione e trasformazione dei rapporti economici e sociali tra gli umani, noi crediamo che dall’applicazione concreta di quelle categorie, scaturiscano mondi diversi, anzi molto diversi tra loro.

Esplorare il senso della politica e, quindi, le diverse visioni che ne derivano, sarà l’asse portante di questo blog. Non solo filosofia però! Non solo teoria! Cercheremo di entrare dentro la politica, di raccontarne l’evoluzione concreta, di analizzarne i passaggi cruciali, di interrogarci sugli strumenti di comunicazione che la veicolano, di ascoltarne le voci e di interpretarne gli obiettivi. Cercheremo di raccontare cos’è la politica oggi, in Italia e non solo. Cercheremo di analizzarne la capacità interpretativa, la visione, ma anche la progettualità, la concretezza. Cercheremo di farlo utilizzando sempre l’unico strumento interpretativo nel quale crediamo: la critica. Critica costruttiva là dove riterremo utile esprimerla, critica feroce là dove, dietro la politica, si cela l’imbroglio, il malaffare e il privilegio. Buona lettura, ma soprattutto buona partecipazione.

Annunci