Qualche domanda ai seguaci di Grillo?

Ragazzi, come ci si sente a convivere con i neofascisti di Casa Pound?

Adesso riuscite a capire perchè vi si dice che il proprietario del vostro Movimento soffre di qualunquismo?

Vi sembra normale accusare di “tradimento”  Favia che, cacciato d’autorità dal vostro leader, pensa di continuare a far politica candidandosi con un personaggio di tutto rispetto come Ingroia?

La capite adesso la differenza tra un Partito e una Setta?

E perchè poi uno è costretto a scrivere “seguaci” e non “militanti”?

Non avete mai la sensazione che ci sia qualcosa che non va in tutto questo?

Che la democrazia sia proprio tutta un’altra cosa?

E che l’Italia non ha bisogno di altri duci e ducetti, più o meno comici?

Più o meno tragici?