Mese: giugno 2013

Leggo sul quotidiano LA STAMPA di oggi un’intervista a Tommaso Currò, deputato a 5 stelle,a firma [A.MALA].
L’argomento è quello delle espulsioni dal “Movimento”.

Ecco cosa mi colpisce:

Domanda: “E DI PANCIA COSA LE VERREBBE DA DIRE ?”
Risponde Currò: “Le espulsioni collettive seguono una logica da partito fascista, che evidentemente non è mai stata quella del Movimento, un grande progetto in cui il confronto è da sempre un elemento fondamentale.

Domanda: “PERCHE’ LE COSE SONO CAMBIATE ?”
E lui: Non lo so non lo capisco.



Aspettative suscitate e poi disattese. Delusione.Confusione. Impossibilità a capire il senso degli eventi. In diretta dalla realtà ,testarda e invincibile nel ridurre l’apparenza alla sua propria effimera dimensione.