Dove sono i voti degli italiani?

Dino Amenduni di Proforma su valigiablu affronta il tema di come sono cambiate e stanno continuando a cambiare le dinamiche di orientamento al voto degli italiani, facendo riferimento ai dati che emergono dalla ricerca del Censis: “Il primato dell’opinione nella comunicazione orizzontale”.

In particolare:

– i quotidiani hanno perso due milioni di copie vendute a livello nazionale negli ultimi 12 anni (-34.3%);
– Facebook è usato dal 41.3% della popolazione italiana, Twitter dal 5.4%;
– il 70% degli italiani pensa che “gli apparati dell’informazione”manipolino le notizie;
– quasi un italiano su due sceglie di votare non sulla base di ciò che ha appreso dai media (vecchi e nuovi), ma da ciò che ha ascoltato da amici, parenti e conoscenti (il 43.9% degli elettori, +25% in soli quattro anni);
–  il 35.3% degli italiani pensa che le tecnologie digitali abbiano peggiorato (e non migliorato) l’organizzazione dei movimenti politici.

 

Annunci