LET’S SING AND DANCE FOR RENZ

È patetica l’immagine di imberbi fanciulli schierati in coro, per accogliere un qualsivoglia premier in visita alla loro scuola, che sia Renzi o pinco pallo. Possibile che in questo disgraziato Paese ogni fausto e infausto momento passi per una canzone?

Anche sul testo v’è poi da ridire:

Facciamo un salto/ Battiam le mani/ Ti salutiamo tutti insieme/ presidente Renzi.

Ma andiamo! Altro che saltare e battere le mani. Altre sono le priorità, che mi premuro di segnalare, debitamente canzonettate, ai presidi in trepida attesa di altre visite renziane.
Si può dare di più” (insinuando patrimoniale?) – “Vendo casa” (pro abolizione Imu) – Chi non lavora non fa l’amore (Meritocrazia! Meritocrazia!) o la sempreverde “Mille lire al mese” aggiornate in euro.
(Pietro Gorini)

Annunci