Vito! Ma ce li hai gli scontrini?

56
disegno di Fulvio Ichestre

Tutto inizia con una intervista di Emiliano Liuzzi alla senatrice del Pd Lucrezia Ricchiuti (area Civati) per il Fatto Quotidiano.

Lei è una delle cosiddette civatiane? 

Sono vicina a Pippo Civati, con una mia autonomia di pensiero. Anche rispetto al Pd. E sono una delle poche che continua a dialogare con i colleghi dei 5 stelle. Sempre. In maniera convinta, e oggi posso dire che non ci sono solo gli espulsi, la lista dei nove. Quelli che potrebbero arrivare a una condivisione col Pd, su alcuni temi, sono molti di più.

Lei organizzava le cene tra grillini e Pd?

Ci siamo visti a cena almeno due volte. Eravamo dodici a tavola, molti degli espulsi, ma non ricordo ci fosse Orellana, per esempio.A una delle cena c`era anche Vito Crimi, e con lui all`inizio ho cercato la condivisione di temi.

Accade così che il senatore del M5s si sente di dover giustificare l’incontro con Lucrezia Ricchiuti e pubblica su Facebook un pistolotto che, se non fosse scaturito dalla tastiera di Crimi, sembrerebbe un pezzo di comicità demenziale:

crimi1

Certo è che se Crimi si è sentito in dovere di chiarire con tanta minuzia di particolari i presupposti di una banale cena tra “colleghi” il clima dentro il M5s non deve essere molto disteso.

Ad ogni modo il commento più carino al papello l’ha fatto un utente che si firma Pascal Annicchino.

demen

Annunci