Nel mondo di House of Cards

90ed5b73875b220e9cad330930cc70f510c38f0b5ca05bde2d627cd0dc64df7a_large
Frank Underwood (Kevin Spacey)

Credo tutti sappiano che la trilogia di Michael DobbsHouse of Cards, To Play the King e The Final Cut, quella da cui è stata molto liberamente tratta la serie americana ha per protagonista un conservatore inglese,  Francis Urquhart. Attraverso una spietata lotta per il potere Urquhart riesce ad assumere la carica di Primo Ministro e a governare l’Inghilterra per tre mandati consecutivi, battendo di un giorno il record di Margaret Thatcher.

house_of_cards-british
Francis Urquhart (Ian Richardson)

La versione inglese dell’adattamento televisivo della trilogia di Dobbs, interpretata da Ian Richardson, ebbe grande popolarità anche perché i primi episodi vennero trasmessi quando il Partito Conservatore Britannico era impegnato nella successione a Margaret Thatcher, nel novembre 1990.

Francis Urquhart è, rispetto a Frank Underwood, molto più cupo. La sua visione della vita è totalmente cinica e dominata dal disprezzo totale degli altri.

Eccolo di nuovo, il suo umore nero: quei momenti in cui si scagliava contro l’inutilità della vita e l’ingratitudine e l’incompetenza di chi aveva intorno.

Senza alcuna pretesa di esaurire il discorso critico sulla trilogia di Dobbs, un’opera sul potere intensa e drammatica, ecco alcune massime molto care al protagonista dei tre romanzi.

è sempre una buona idea, per un politico, avere una visione. Già questa storia della “visione” funziona sempre. è una cosa molto utile, non trovate? Tant’è che, nelle giornate limpide, la maggior parte dei politici riesce a vedere fino a… be’, ne conosco certi che riescono a vedere fino a Battersea.

Gesù ci ha detto di perdonare i nostri nemici, e chi sono io per contraddire l’onnipotente? Ma nella sua infinita saggezza, non ha mai detto un accidenti sul fatto di dover perdonare gli amici, e meno che mai le nostre famiglie. accetto volentieri il suo consiglio in materia. E comunque,tutto sommato, trovo molto più facile perdonare me stesso.

I congressi di partito sono così divertenti. Somigliano ad un nido di cuculi. Sedetevi in fondo e godetevi la scena, mentre tutti cercano di farsi fuori gli uni con gli altri.

Il mondo di Westminster è dominato dall’ambizione, dallo sfinimento e dall’alcol. E dalla Lussuria. Soprattutto dalla Lussuria.

Onora i tuoi colleghi quando possono sentirti.

Non farti sorprendere a dire falsa testimonianza.

Non desiderare la segretaria del tuo onorevole collega, né il suo incarico (la moglie, in certi casi è consentito).

 

Annunci