Il funerale dei Casamonica

funerale-vittorio-casamonica

Il funerale di Vittorio Casamonica, nella chiesa del quartiere di Cinecittà che rifiutò il corpo di Piergiorgio Welby, con tanto di musica de “Il Padrino”, elicottero che getta petali di rosa, cartelli demenziali affissi sulle mura di un edificio sacro, carrozza trainata da cavalli e limousine è una macchia sulla città.
Dimostra che le forze dell’ordine hanno perso il controllo del territorio, si sapeva bene della morte del capo clan e del suo funerale. È stato chiesto il permesso per il corteo funebre? Come poteva la Questura non sapere del funerale se ad alcuni parenti del defunto era stato sospeso il regime degli arresti domiciliari proprio per parteciparvi? Possibile che il ministro Angelino Alfano cada sempre dalle nuvole? L’elicottero come ha potuto sorvolare Roma senza un piano di volo approvato? Possibile che al centro di controllo de l’Areonautica Militare non si siano accorti di nulla?
Mi chiedo poi come abbia potuto il parroco accettare di celebrare il funerale ad un mafioso. Possibile che non ne conoscesse l’identità? Papa Francesco non ha scomunicato tutti i mafiosi e i loro accoliti?
Abbiamo avuto la dimostrazione che a Roma la mafia non solo esiste ma, anzi, è in grado di organizzare una cerimonia pubblica alla faccia della legalità e della giustizia.

Annunci